All-Flash

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
All-Flash
fumetto
Lingua orig.inglese
PaeseStati Uniti
AutoreGardner Fox, E. E. Hibbard, Carmine Infantino, Robert Kanigher, John Broome
EditoreDC Comics
1ª edizioneestate 1941 - dicembre 1947/ gennaio 1948
Albi34 (completa)
Genereazione, supereroi

All-Flash, originariamente pubblicato come All-Flash Quarterly, fu una serie a fumetti pubblicata dalla All-American Publications e successivamente dalla National Periodical (DC Comics). La serie fu la prima ad avere un unico protagonista , Flash, che comparve anche nelle antologie Flash Comics, All-Star Comics e Comic Cavalcade. La serie fu pubblicata per un totale di 32 numeri dal 1941 al 1947. La serie fu originariamente pubblicata su base trimestrale prima di cambiare diventando un bimensile con il n. 6. Ogni numero conteneva regolarmente storie con Flash come protagonista, così come personaggi di supporto come Hop Harrigan, Butch McLobster, The Super Mobster, e Fat and Slat del cartonista Ed Wheelan e, nei numeri successivi, Ton-O-Fun del co-creatore di Flash Harry Lampert.

Storia di pubblicazione[modifica | modifica wikitesto]

La serie debuttò, secondo la data sulla copertina, nell'estate del 1941[1] . Dato che il titolo di Flash Comics era già in uso, e c'era la necessità di un altro nome per la serie, si decise che si sarebbe tenuto un concorso in cui i lettori sarebbero stati incoraggiati a proporre le loro idee per il titolo della nuova serie. Furono offerti 25$ in contanti per i quattro nomi migliori, e una vincita di 10$ per il vincitore della gara. Ai primi 500 che offrirono un nome fu regalata una copia di All-Star Comics n. 5. Comparve una pubblicità per il concorso nelle pagine di All-Star Comics n. 4 che recitava "Vince Flash e diventa il nuovo trimestrale come Superman e Batman! Ragazzi e ragazze! Ecco un messaggio da Gardner Fox ed E. E. Hibbard, l'autore e l'artista del tuo personaggio preferito, Flash![2].

« Grazie, Ragazzi e Ragazze, per aver scelto il nostro personaggio FLASH, come prossimo trimestrale come "Superman" e "Batman"! Siamo stati entrambi molto felici quando abbiamo ricevuto buone notizie, ma improvvisamente scoprimmo di avere un problema---e ci piacerebbe che ci aiutaste a risolverlo!

Come sapete, FLASH non compare solo qui in All-Star Comics ma anche nel regolare fumetto mensile, Flash Comics! Ora, ecco il nostro problema:

Se noi chiamassimo il nostro trimestrale semplicemente The Flash, cosa che sembrerebbe naturale, i nostri editori pensano che voi lettori vi confondereste con Flash Comics, il fumetto mensile.

Il vostro lavoro sarà quello di pensare a un nome adatto per il trimestrale di Flash che si distingua da Flash Comics. Un esempio di un titolo possibile potrebbe essere Jay Garrick, the Flash o Le Avventure di Flash, ecc.---basta che non suoni troppo simile a Flash Comics. »

(Gardner Fox & E. E. Hibbard, 1941)

Il vincitore del concorso fu annunciato nelle pagine di All-Star Comics n. 5, con una pubblicità della copertina del primo numero di All-Flash.

Il co-creatore di Flash, Gardner Fox scrisse la massa della serie, facendo da sceneggiatore principale per i primi 24 numeri della serie. Dal n. 25 in poi le storie di Flash furono ideate e scritte da Robert Kanigher e John Broome. Le illustrazioni della serie furono messe in mano da un gruppo di artisti come E. E. Hibbard, Harry Tschida, Lou Ferstadt, Martin Naydel, Lee Elias e Carmine Infantino.

La serie marcò la prima collaborazione in cui gli scrittori Robert Kanigher e John Broome e l'artista Carmine Infantino lavorarono insieme al personaggio di Flash[3]. Kanigher, Broome, e Infantino furono successivamente tra i creatori del Flash della Silver Age, così come della sua spalla Kid Flash, che sarebbe poi diventato la terza incarnazione del personaggio.

All-Flash terminò la sua pubblicazione nel 1947, con il n. 32[4].

La serie ritornò nel 2007 con un autoconclusivo dello scrittore Mark Waid e degli artisti Karl Kerschl, Manuel Garcia, Joe Bennett & Daniel Acuna, mentre la copertina fu disegnata da Josh Middleton, e la variante della copertina da Bill Sienkiewicz. L'autoconclusivo servì da precursore per Flash vol. 2 n. 231[5]

Numeri noti[modifica | modifica wikitesto]

Numero Nota Titolo Storia
Scrittore
Storia
Artista
Data di pubblicazione
n. 5 Prima comparsa di Winky, Blinky e Noddy Case of the "Patsy Colt"! Gardner Fox E. E. Hibbard Estate 1942
n. 12 Prima comparsa del Pensatore Tumble Inn to Trouble Gardner Fox E. E. Hibbard Autunno 1943
n. 21 Prima comparsa di Turtle The Fastest Man Alive vs. the Slowest Man Alive Gardner Fox Martin Naydel Inverno 1945
n. 22 Prima storia di Flash scritta da John Broome The City of Shifting Sand John Broome Martin Naydel Aprile–Maggio 1946
n. 24 Prima storia di Flash scritta da Robert Kanigher Appointment with Destiny Robert Kanigher Martin Naydel Agosto–Settembre 1946
n. 31 Prima storia di Flash illustrata da Carmine Infantino The Secret City Robert Kanigher Carmine Infantino Ottobre-Novembre 1947
n. Prima comparsa di Star Sapphire
e del Violinista
The Amazing Star Sapphire!
Duet of Danger
Robert Kanigher Lee Elias Dicembre 1947-Gennaio 1948

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ All-Flash Quarterly at the Grand Comics Database
  2. ^ All-Star Comics n. 4
  3. ^ Wallace "1940s" in Dolan, p. 56 "La prima immagine di Flash di Carmine Infantino comparve in questo numero di dodici pagine "The Secret City"...fu il lavoro di Infantino su Flash che divenne la pietra angolare della sua carriera.
  4. ^ GCD :: Series :: All-Flash, Comics.org. URL consultato il 22 settembre 2013.
  5. ^ GCD :: Issue :: All Flash n. 1 [Josh Middleton Variant], Comics.org. URL consultato il 23 settembre 2013.